Emilia-Romagna a caccia di talenti per la sua ‘Motor Valley’

Mettere insieme otto imprese e quattro università non è stato facile ma alla fine gli atenei di Bologna, Ferrara, Modena-Reggio Emilia e Parma hanno stretto un patto con Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas, Magneti Marelli, Maserati e Toro Rosso. Obiettivo offrire agli aspiranti ingegneri italiani e stranieri una esperienza unica e di grande valore: un corso universitario originale e trasversale per diventare gli ingegneri del settore motori capaci di trainare l’economia di un’intera regione: l’Emilia Romagna.

C’è fino al 28 luglio c’è tempo per presentare le domande di ammissione, il quattro settembre si svolgeranno gli esami di selezione dei 150 studenti che potranno seguire i due corsi di laurea previsti (maggiori dettagli si trovano sul sito www.motorvehicleuniversity.com).